slide12.jpg

Peonia di montagna

Arròsa de monti

peonia

Ad aprile e maggio tra le rocce dei freschi altopiani del Gennargentu e del Monte Linas fino ad arrivare ai Monti di Marganai e del Limbara, sboccia una rosa selvatica, la peonia di montagna, i pastori la chiamano, S’arrosa de monti, perché cresce solo lontano dal mare, dove l’inverno colora di bianco ogni cosa.
La peonia rosa ama il fresco e vegeta tra i 600 e i 1200 m. Durante il periodo della sua fioritura regala esemplari, bellissimi e molto folti, spandendo tutto intorno un delizioso profumo speziato. Diventato il fiore simbolo della Sardegna è purtroppo a rischio estinzione tanto che è stato inserito nella lista rossa dell’Uicn (Unione internazionale per la conservazione della natura).
Se abbiamo la fortuna di ammirarlo durante le nostre escursioni o scampagnate ricordiamo di prendercene cura, difendendolo anche da coloro che vorrebbero reciderlo o portare via i suoi bulbi da trapiantare nel giardino di casa. E come disse Aristotele “In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso", quindi che motivo abbiamo di forzare la natura?

Aspettando il felice Natale

trippaNelle case in ladiri, (i mattoni di terra cruda), accanto ai camini accesi, le donne appendevano i cestini di asfodelo, intrecciati a mano, decorati con nastri di raso e ritagli di damascato. Erano gli unici oggetti preziosi che potevano permettersi, ma nonostante la semplicità della casa, erano delle artiste in cucina. E

...

Manifesti d'Epoca

Carciofi olio

Il carciofo è un ortaggio originario del bacino del Mediterraneo. Ne abbiamo testimonianze nella civiltà egizia e greca. Fu coltivato anche nel periodo romano per le sue proprietà gastronomiche e salutistiche. L'odierno nome del carciofo deriva forse dalla parola araba Harsciof o Al-Kharsuf che significa spina di terra e pianta che pun

...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo