slide9.jpg

Peonia di montagna

Arròsa de monti

peonia

Ad aprile e maggio tra le rocce dei freschi altopiani del Gennargentu e del Monte Linas fino ad arrivare ai Monti di Marganai e del Limbara, sboccia una rosa selvatica, la peonia di montagna, i pastori la chiamano, S’arrosa de monti, perché cresce solo lontano dal mare, dove l’inverno colora di bianco ogni cosa.
La peonia rosa ama il fresco e vegeta tra i 600 e i 1200 m. Durante il periodo della sua fioritura regala esemplari, bellissimi e molto folti, spandendo tutto intorno un delizioso profumo speziato. Diventato il fiore simbolo della Sardegna è purtroppo a rischio estinzione tanto che è stato inserito nella lista rossa dell’Uicn (Unione internazionale per la conservazione della natura).
Se abbiamo la fortuna di ammirarlo durante le nostre escursioni o scampagnate ricordiamo di prendercene cura, difendendolo anche da coloro che vorrebbero reciderlo o portare via i suoi bulbi da trapiantare nel giardino di casa. E come disse Aristotele “In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso", quindi che motivo abbiamo di forzare la natura?

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

pollo_mirtoNella tradizione gastronomica sarda il mirto è un piccolo arbusto che regala bacche e foglie perfette per aromatizzare diverse carni come il porchetto arrosto, il pollame arrosto o bollito. L'uso del mirto come aroma per le carni è presente anche nella cucina spagnola, a conferma dell'influenza ispanica nella cultura e  ne

...

Manifesti d'Epoca

Mirto

In autunno è bello andare per funghi e gironzolare per le campagne che profumano di essenze mediterranee bagnate dalla rugiada. Una tra le tante, sa murta, in sardo, ovvero il mirto, molto utilizzato nella gastronomia dell'isola.
InsulaGolosaRicette vi propone una ricetta che utilizza i rametti della bellissima pianta aromatica del mirto. Si c

...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo