slide12.jpg

Olostru, agrivoddu

Agrifoglio

L'agrifoglio, simbolo dell'inverno e del Natale, è stata considerata una pianta portafortuna ancor prima del Cristianesimo. Si credeva proteggesse

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Calamari ripieni alla sassarese

Calamari

Nelle sere silenziose quando il vento è calato, i pescatori raggiungono le piccole barche nel porticciolo illuminato solo dai lampioni. Un'altra notte fuori casa, sulle acque più profonde, alla ricerca dei calamari che, attratti dalle luci dei fari artificiali delle barche, si fanno pescare facilmente.
Al mercato del pesce si vendono bene. Le donne di prima mattina vanno in pescheria per scegliere i pezzi migliori. In cucina inizia il rito della pulizia dei calamari. Si toglie l'osso interno, trasparente e filiforme e le interiora, facendo attenzione a non rompere la sacca con l'inchiostro. Con l'aiuto di forbici si tolgono gli occhi e il becco al centro della raggiera dei tentacoli e poi la pelle. Infine un risciacquo veloce sotto l'acqua corrente. Per evitare di avere la carne gommosa la cottura deve essere breve, in qualsiasi modo li vogliano cucinare. 

InsulaGolosaRicette ha fatto un giro per l'isola e ha trovato una ricetta marinara del nord, i calamari ripieni alla sassarese, un secondo piatto delicato ed elegante, ottimo per i pranzi e le cene di prestigio. La tradizione vuole che sia presente nel menù del pranzo di Natale o nella cena di San Silvestro.  

 

Ingredienticalamari
2 kg di calamari freschissimi
100 gr pangrattato

1 spicchio d'aglio
prezzemolo
pomodoro secco

4 acciughe sott'olio
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b.

Preparazione
Lavate con cura i calamari e tagliate loro i tentacoli, metteteli da parte e lessateli per il ripieno. Tagliateli e uniteci l'aglio, il prezzemolo finemente tritati, insieme al pomodoro secco, le acciughe sminuzzate e il pane grattato. Mescolare bene gli ingredienti e aggiustate con un po' di sale e di pepe per insaporirli; con l'impasto riempite i calamari e chiudeteli con uno stecco nella parte alta, per non far uscire il ripieno.
Disponete i calamari così riempiti, in una teglia e ricopriteli di olio e infornateli a 180° per 15 minuti, rigirandoli spesso. Ora adagiateli in un piatto da portata e affettateli a rondelle, quindi spolverizzateli con un po' di prezzemolo tritato.

Curiosità: La cottura dei calamari può essere anche in tegame, con l'unico accorgimento che dovete irrorare i calamari, durante la cottura, con un bicchiere di Vermentino

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo