Coniglio con finocchietto e patate


PatateNella cucina tradizionale le patate e le erbe aromatiche sono considerate ingredienti primari per tutte le pietanze locali. Le patate vengono coltivate negli orti come si faceva nel secolo scorso prediligendo quelle bianche e gialle perché più facili da curare. Le erbe aromatiche invece si trovano facilmente in natura anche se ultimamente sta dilagando la moda delle erbe aromatiche in vaso. Il finocchietto selvatico è il più utilizzato perché sempre bene si abbina, agli altri ingredienti, grazie al sapore e al profumo che conferisce alle pietanze. I suoi rametti, si raccolgono in primavera e sono tradizionalmente usati per aromatizzare le carni e le zuppe. I semi, invece, vengono fatti essiccare e utilizzati per aromatizzare formaggi, salumi e olive e per conferire un aroma particolare al pane e ai dolci

InsulaGolosaRicette riscopre questi ingredienti e suggerisce una ricetta a base di carne di coniglio, facilmente sostituibile con altre carni bianche come il pollame, il maiale o la lepre.

 

SU CONILLU CUM FINUGU E PATATASA
Coniglio con finocchietto selvatico e patate

 

Ingredienti
1 coniglio (800 gr circa) a pezzi
300 gr di finocchietto selvaticopollo_mirto
2 patate grandi
1 cipolla rossa
peperoncino qb
1 bicchiere di Vernaccia
olio
sale

 

Preparazione
Intanto in una casseruola alta fate bollire per alcuni minuti in acqua salata, i gambi appena raccolti del finocchietto selvatico. Lasciate riposare. Intanto in un tegame fate rosolare la cipolla tritata con un po' d'olio, uniteci il coniglio tagliato a pezzi e fatelo dorare in modo uniforme. Aggiungete il finocchietto selvatico sminuzzato a mano, una punta di peperoncino e un po' di sale, mescolate il tutto bene. Ora versateci sopra la vernaccia e abbassate il fuoco. Tagliate a fette o a cubetti le patate e unitele alla carne. Irrorate il tutto con il brodo ricavato dai gambi del finocchietto e fate cuocere ancora a fuoco lento per circa 35/40 minuti. Servite il piatto ancora caldo, in un letto di pane carasau.

 

Curiosità: Questo piatto semplice ma raffinato si accompagna perfettamente con il Vermentino di Gallura, tanto amato da poeti e intellettuali

 

comments