slide9.jpg

Olostru, agrivoddu

Agrifoglio

L'agrifoglio, simbolo dell'inverno e del Natale, è stata considerata una pianta portafortuna ancor prima del Cristianesimo. Si credeva proteggesse

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Liquore di mirto

bacche

Il mirto, Myrtus communis, è una specie indigena, tipica della macchia mediterranea, molto diffusa in Sardegna. Con le sue bacche, piccole e saporite, si prepara il liquore più famoso dell'isola, il mirto sardo, una bevanda alcolica, molto digestiva che accompagna tutti i momenti di convivialità e di allegria. La stessa pianta del mirto era considerata portatrice di gioia e simbolo di amore già dai romani.
La preparazione del mirto si svolge in inverno quando le bacche mature vengono raccolte con un piccolo pettine che favorisce il loro facile distaccamento dai rami, senza danneggiare la piantina. Dopo la raccolta, le bacche subiscono una lavorazione molto semplice anche se un po' lunga. InsulaGolosaRicette vi spiega come procedere, consigliandovi di modificare la ricetta in base ai propri gusti, aggiungendo magari più acqua se si vuole un prodotto meno alcolico o più alcool se preferite una bevanda più "forte".

  

 

LIQUORE DI MIRTO
licòri de murta
Liquore mirto

 

Ingredienti
300 gr di bacche di mirto
150 gr di zucchero
45 cl di acqua di fonte
30 cl di alcool a 90 gradi


Preparazione
Procuratevi un vaso di vetro ermetico, disponete le bacche di mirto precedentemente lavate ed asciugate con un panno di cotone per eliminare eventuali polveri o terriccio. Ricopritele con l'alcool. Lasciate riposare per un mese, in un luogo buio e asciutto. Trascorso il mese, preparate lo sciroppo: l'acqua, portata ad ebollizione va miscelata con lo zucchero. Lasciate raffreddare il tutto. Intanto filtrate le bacche e pressatele con un torchietto se lo avete a disposizione altrimenti, procedete manualmente strizzandole con un canovaccio di cotone. Ora unite lo sciroppo freddo con l'infuso di mirto e travasate in bottiglie di vetro scuro e sigillate accuratamente.
Dopo alcuni mesi, il liquore di mirto è pronto per essere gustato con tutte le proprietà digestive.  

Il consiglio: l'optimum si raggiunge dopo un anno di invecchiamento, quando il colore assume una sfumatura granata brillante e la ruvidità iniziale delle bacche lascia il posto a sentori delicati 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo