slide9.jpg

Ruju che frusciu
(rosso come le bacche del pungitopo)

Pungitopo

Nel freddo dell'inverno, la macchia mediterranea e il sottobosco si macchiano di rosso.

...

Casalinghe disperate... mai♥

Fregula cun cocciula

fregola con arselle

La fregula,  denominata comunemente fregola, è un tipo di pasta che si ottiene mescolando con le mani e facendo "rotolare" la semola bagnata con acqua salata. Viene poi tostata in forno dandole un aspetto dorato. 
Gli esperti hanno fatto delle ricerche sull'origine di questa pasta, poiché esistono nel Mediterraneo paste simili, pensiamo al cous cous e hanno decretato che è di origine sarda. 

Leggi tutto...

Linguine alla bottarga

Mare

Una lingua di terra la separa dal mare aperto, è popolata da uccelli selvatici variopinti e da acque salmastre. Soggetta ai capricci della luna, cambia aspetto con le maree. Qui la natura risplende sotto il sole e di sale e i pescatori si fanno custodi involontari  seguendo i suoi ritmi lenti; solo al tramonto le sue correnti li riportano a riva, con le barche senza chiglia. Un luogo unico e magico, è il mondo della laguna che regala sapori e profumi inaspettati...  
InsulaGolosaRicette ha riscoperto questa
 magia... ecco ad voi le Linguine alla bottarga, un primo velocissimo e delizioso per risolvere il pranzo o la cena dell'ultimo momento. Buon appetito.

Leggi tutto...

Pasta olive e tonno

Pasta tonno e olive

Avete mai ascoltato il mare dentro una conchiglia? Il vento e le onde si sentono in lontananza, creando immagini incantate di un mondo lontano, fatto di sole e di sabbia, di sapori e di profumi.
InsulaGolosaRicette ci spiega come preparare la pasta con le olive e il tonno: la terra e il mare si incontrano, come i suoni e i sogni dentro ad  una conchiglia e la tavola si colora di fantasia.

Leggi tutto...

Pilau di Calasetta

pavoncellaIntrecci di fili di seta ... tra Calasetta, Sant'Antioco e Carloforte  pavoncella

Su Pilau

A sud ovest dell'isola di Sardegna, si scorgono due isole gemelle, l'isola di San Pietro e l'isola di Sant'Antioco. Terre di approdo di genti lontane e di santi; di artisti e di conquistatori; di arabi e di liguri. Battute dal forte vento di maestrale, profumano di pesce appena pescato e di mosto pigiato nelle botti di rovere. Le case si affacciano tutte sul mare, in un rivolo di stradine e scalette che portano al porto dove le barche dei pescatori ormeggiano silenziose. 

Leggi tutto...

Sa cassola Casteddaia

Durante tutto l'anno i pescatori prendono le barche e vanno verso l'orizzonte alla ricerca dei pesci più amati. Il mare, però, non ci regala solo quelli che comunemente chiamiamo "pesce di scelta", ma anche una moltitudine di specie che, per mode o abitudini alimentari, sono state tolte dalle nostre tavole. 

InsulaGolosaRicette propone la ricetta di una zuppa che si può fare con qualsiasi tipo di pesce, purché freschissimo. Occorre seguire la semplice regola di rispettare i tempi di cottura di ogni tipo di pesce e regolarsi di conseguenza quando si aggiungono in padella, per avere la cottura uniforme della zuppa.

La ricetta è Sa Cassola Casteddaia, un piatto tipico di Cagliari, la città del sole e del mare e la dedichiamo a tutti i buongustai nella speranza di ripopolare i mari e salvare le marinerie.

Leggi tutto...

Spaghetti di mare

Secondo le genti di mare, gli Spaghetti di mare sono un piatto molto afrodisiaco; gli antichi greci gli attribuivano grandi poteri poiché i suoi ingredienti provenivano dal mare che aveva dato i natali ad Afrodite. Nell'arte la dea dell'amore e della sessualità viene infatti ritratta assieme al mare, ai delfini, ai melograni, al mirto e ai limoni...  e qui viene un dubbio, forse Afrodite era sarda....

Dedichiamo questo piatto estivo al mare e alla Dea Afrodite che ci guidi in InsulaGolosaRicette con charme e delicatezza.

Leggi tutto...

Zuppa di cozze di Calasetta

pavoncellaIntrecci di fili di seta ... a Calasetta  pavoncella

Zuppa di cozze

A nord dell'isola di Sant'Antioco si adagia, tranquillo tra il mare e lo stagno di Cirdu, un piccolo borgo di pescatori. La gente del posto lo chiama La Bianca per le sue case dipinte di un bianco abbagliante che contrasta con l'azzurro del cielo e del mare. Fu fondato intorno al 1770 da una comunità ligure, con tanto di parlata genovese, proveniente da Tabarka. Grazie all'intercessione di Re Carlo Emanuele III di Savoia, fu concessa una piccola cala, a qui il nome Calasettasulla sponda opposta al centro urbano di Carloforte, in modo da creare un corridoio strategico per il transito e la pesca del tonno rosso.
Secondo Maria Cabras, ricercatrice storica locale, Calasetta deriverebbe, invece, dal termine Cala de Seda o Cal'e Seda ovvero la Cala della seta, perché nel suddetto arcipelago si trova la Pinna Nobilis, la nacchera, dai cui filamenti si ricavava la seta di mare, il bisso

Leggi tutto...

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

pollo_mirtoNella tradizione gastronomica sarda il mirto è un piccolo arbusto che regala bacche e foglie perfette per aromatizzare diverse carni come il porchetto arrosto, il pollame arrosto o bollito. L'uso del mirto come aroma per le carni è presente anche nella cucina spagnola, a conferma dell'influenza ispanica nella cultura e  ne

...

Pecora, centro del mondo rurale

Manifesti d'Epoca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo