slide8.jpg

Sambucu, Sauccu, Scovedu

Frutti di sambuco

Il sambuco, sambucus nigrauna piccola pianta molto diffusa in tutta Europa e nel Mediterraneo, soprattutto nella macchia e in p

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Patate con il timo selvatico

Patate e timoIn Sardegna c'è una notte di inizio estate che diventa magica. Le donne escono di casa al tramonto e vanno incontro alla macchia mediterranea alla ricerca delle essenze più profumate, da conservare per tutto l'anno.
Grazia Deledda, in Cenere ci racconta di una di queste donne, Oli

 «Cadeva la notte di San Giovanni. Olì uscì dalla cantoniera biancheggiante sull'orlo dello stradale che da Nuoro conduce a Mamojada, e s'avviò pei campi. Era una ragazza quindicenne, alta e bella, con due grandi occhi felini, glauchi e un po' obliqui, e la bocca voluttuosa il cui labbro inferiore, spaccato nel mezzo, pareva composto da due ciliegie. Dalla cuffietta rossa, legata sotto il mento sporgente, uscivano due bende di lucidi capelli neri attortigliati intorno alle orecchie: questa acconciatura ed il costume pittoresco, dalla sottana rossa e il corsettino di broccato che sosteneva il seno con due punte ricurve, davano alla fanciulla una grazia orientale. Fra le dita cerchiate di anellini di metallo, Olì recava strisce di scarlatto e nastri coi quali voleva segnare i fiori di San Giovanni, cioè i cespugli di verbasco, di timo e d'asfodelo da cogliere l'indomani all'alba per farne medicinali ed amuleti.»


Tra le odorose mediterranee quella che preferisco maggiormente è il timo selvatico, S'Armidda in sardo, perché i suoi fiori sono di un blu chiaro che ricorda il mare e il suo profumo è riconoscibile facilmente.
l timo viene utilizzato nella cucina sarda soprattutto come condimento, aromatizzante di arrosti, formaggi, olive confettate, ma anche per mitigare il sapore forte della selvaggina.  Si consiglia sempre un consumo moderato.
InsulaGolosaRicette ha scelto una ricetta semplice ma molto raffinata da portare a tavola come contorno oppure come stuzzichino per gli aperitivi, le Patate con il timo selvatico.

 

PATATE CON IL TIMO SELVATICO
Patata e Armida 

 Ingredienti

1,5 kg di patate piccole
1 cipolla
1 mazzetto di timo selvatico
olio extravergine di oliva
sale fino e grosso qb
pepe qb 

Preparazione
Dopo averle sbucciate e lavato, mettete 
 le patate a cuocere in abbondante acqua bollente per circa 3 minuti. Adagiatele, po in una teglia da forno. In un’altra terrina tritate la cipolle finemente, aggiungete mezzo bicchiere di olio, il timo, il sale fino e grosso e una buona macinata di pepe. Mescolate bene. Ora irrorate il tutto sulle patate e mettete in forno a 200 gradi per circa 30 minuti. Assicuratevi di girarle almeno una volta e fatele rosolare fino a che diventano dorate. Servitele ancora calde con una spolverizzata di timo fresco.

 

Curiosità: Se non riuscite a procurarvi il timo selvatico, potete utilizzare quello fresco, facilmente reperibile tra le essenze e i profumi della cucina 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo