slide12.jpg

Pramma agreste, Buatta

palma nana

La palma nanapalma di San Pietro, (nome scientifico Chamaerops humilis L.è un arbusto cespuglioso della macchia mediterranea, con fusto breve tipico nelle

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Zuppa di finocchietto selvatico

finocchio zuppaDurante tutto l'autunno fino a primavera inoltrata, i campi bagnati dalla pioggia leggera si profumano di finocchietto selvatico. Il verde smeraldo  dei suoi ciuffi è facilmente riconoscibile tra le tante erbe spontanee e il suo gusto frizzate e gustoso lo contraddistingue senza possibilità di errore.
Molto conosciuto fin da tempi remoti, il finocchietto selvatico è un ottimo ingrediente per preparare diversi piatti della tradizione.
E proprio come vuole la tradizione, InsulaGolosaRicette vi invita ad apparecchiare la tavola con il finocchio selvatico e altri  ingredienti semplici reperibili in campagna come il formaggio pecorino fresco e il pane casereccio. Dopodiché non serve altro che invitare tanti commensali, accendere un po' di allegria e preparare un primo piatto gustoso, la Zuppa di finocchietto selvatico,
 da servire con un buon vino rosso.

 

ZUPPA DI FINOCCHIETTO SELVATICO
Suppa 'e fenugu aresti

 

Ingredienti
800 g. di finocchietti selvatici
500 gr di pane casareccio tipo civraxiu o moddizzosu
300 gr di formaggio pecorino fresco
2 pomodori secchi 
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
3 litri di acqua di fonte
sale qb

    

Preparazione
Lavate sotto l'acqua corrente i finocchietti avendo cura di eliminare le parti più dure. Tagliateli a pezzetti regolari e lasciateli riposare in un’insalatiera. Intanto fate soffriggere, per alcuni minuti, la cipolla con l’olio e i pomodori tritati, quindi aggiungete i 3 litri d’acqua ed il sale. Portate ad ebollizione e aggiungete i finocchi ed il prezzemolo; fate cuocere il tutto per circa mezz’ora rimestando ogni tanto con un cucchiaio di legno.
Nel frattempo tostate il pane precedentemente affettato, poi adagiatelo a strati in una pirofila da forno a strati, alternando uno strato di finocchi col brodo, uno strato di formaggio pecorino a fette e uno strato di pane. Completate con un ultimo strato di formaggio. Infornate a temperatura moderata per circa  mezz'ora. Servite la pietanza ancora calda.


Curiosità: Potete sostituire il pane raffermo con il pane pistoccu, un eccellente pane della tradizione barbaricina 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo