slide11.jpg

Su Mustazzeddu

Su Mustazzeddu è una prelibatezza tutta da provare. E' una pizza "coperta" riempita con pomodoro fresco e altri ingredienti molto comuni. Nella sua semplicità è particolare, anche perché non si trova dappertutto ma solo nel Sulcis, a sud ovest della Sardegna. Si racconta che era un piatto per i periodi di magra, e che fossero state le suore di Iglesias, le prime a inventarla, per aiutare e dar da mangiare alle persone più povere. Nella foto in basso a destra uno scorcio del centro storico di Iglesias, visto dal giardino delle Suore della Chiesa della Madonna delle Grazie.

InsulaGolosaRicette vi racconta come realizzarla. Nella foto accanto è visibile il condimento che va coperto con la pasta per formare una sorta di calzone.

 

SU MUSTAZZEDDU DE TAMATIGA
Pane con pomodori

Ingredienti base per la pastaScorcio di Iglesias
1 Kg di farina 0

1/2 kg di semola fine
sale qb
un bicchiere (da vino) di olio evo 
1 cubetto di lievito di birra 
acqua tiepida

Ingredienti per il condimento
pomodori rossi, san marzano o perini  a piacere
un mazzetto di basilico 
olive sarde tagliuzzate

aglio 
sale qb
olio qb
evo qb

Preparazione
Fate sciogliere il lievito in una tazza di acqua tiepida ed aggiungere due cucchiaini di zucchero. Setacciate farina, semola sale, e formate una fontana al centro dove verserete l'olio (un bicchiere da vino) ed il lievito. Impastate aggiungendo poco alla volta l'acqua tiepida, lavorate l'impasto per una ventina di minuti. Ricordate di battere il composto frequentemente sulla spianatoia per "tagliare" il glutine. Quando l'impasto sarà liscio formate una palla sulla quale incidere una croce. Lasciate riposare per almeno 3 ore, anche di più se potete. Nel frattempo tagliate i pomodori a cubetti senza spellarli, liberateli solo dai semi, unitevi l'aglio tagliato a lamelle sottilissime, e pulite le foglie del basilico velocemente con acqua di fonte e sminuzzatelo con le mani per non perdere la sua fragranza. Una volta lievitata stendete la pasta e foderate la teglia fino a metà dei bordi, sistemate sul fondo il pomodoro, aggiungete le lamelle d'aglio, le foglie di basilico, le olive tagliuzzate, un po' di sale e pepe ed un filo d'olio d'oliva. Ora posizionate un secondo strato di pasta e ripiegate i bordi fino a "chiudere" tutto. Spalmate dell'olio d'oliva sulla superficie e cuocete a 180 gradi fino ad avere un colore dorato. Per tenere la focaccia morbida copritela con un canovaccio bianco pulito.

 Curiosità: La pizza coperta è un piatto tipico della cittadina di Iglesias, anche se ormai tutti ne rivendicano la paternità

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

maialetto sardo

La gastronomia sarda è lo specchio della cultura e i modus vivendi di genti dedite alla pastorizia e all'agricoltura immerse nel Mare nostrum mediterraneum, sorprendente scenario di naturale bellezza.
Semplice e basilare, si vanta di una sola frivolezza, l'uso dei profumi della macchia mediterranea quali il mirto, il timo, lo

...

Manifesti d'Epoca

Mirto

In autunno è bello andare per funghi e gironzolare per le campagne che profumano di essenze mediterranee bagnate dalla rugiada. Una tra le tante, sa murta, in sardo, ovvero il mirto, molto utilizzato nella gastronomia dell'isola.
InsulaGolosaRicette vi propone una ricetta che utilizza i rametti della bellissima pianta aromatica del mirto. Si c

...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo