slide12.jpg

Asparago selvatico o pungente

Sparau, brodau, arbarau

asparagiL'asparago selvatico o pungente è una pianta rizomatosa, appartenente alla famiglia delle Liliaceae, come l’aglio e la cipolla. Molto diffusa nei boschi, nella macchia mediterranea e nelle garighe fiorisce nei mesi tra luglio e settembre con piccoli fiori dal colore giallo tenue. Le foglie, aghiformi, corte e esili, sono delle piccole scaglie che distribuiscono sullo stelo verde-chiaro.
Questa piccola pianta non è riconosciuta tra le piante officinali, ma in Sardegna è molto apprezzata in cucina, dove si prediligono i fusti giovani e teneri. Gli asparagi o turioni, ossia i germogli giovani della pianta perenne, sono ottimi lessati o in frittata. Sono diuretici e buoni ricostituenti, ma vanno consumati con moderazione.
Gli antichi le attribuivano poteri afrodisiaci. Si racconta che Luigi XIV fece erigere a Versailles un obelisco in onore del giardiniere che riuscì a coltivarli tutto l’anno.  Si pensi che anche gli imperatori romani ne erano talmente ghiotti, da far costruire apposite navi per andare a raccoglierli nelle diverse colonie dell'impero, tra cui la nostra isola.

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

sa cordulaSi dice che in Sardegna ci siano più pecore che abitanti. Non so se questo sia vero ma è certo che i sardi hanno gran rispetto per le pecore, perché sono fonte di reddito e alimento base della gastronomia tradizionale. Infatti grazie alla fantasia e alla praticità dei pastori, le par

...

Pecora, centro del mondo rurale

Manifesti d'Epoca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo