slide8.jpg

Asparago selvatico o pungente

Sparau, brodau, arbarau

asparagiL'asparago selvatico o pungente è una pianta rizomatosa, appartenente alla famiglia delle Liliaceae, come l’aglio e la cipolla. Molto diffusa nei boschi, nella macchia mediterranea e nelle garighe fiorisce nei mesi tra luglio e settembre con piccoli fiori dal colore giallo tenue. Le foglie, aghiformi, corte e esili, sono delle piccole scaglie che distribuiscono sullo stelo verde-chiaro.
Questa piccola pianta non è riconosciuta tra le piante officinali, ma in Sardegna è molto apprezzata in cucina, dove si prediligono i fusti giovani e teneri. Gli asparagi o turioni, ossia i germogli giovani della pianta perenne, sono ottimi lessati o in frittata. Sono diuretici e buoni ricostituenti, ma vanno consumati con moderazione.
Gli antichi le attribuivano poteri afrodisiaci. Si racconta che Luigi XIV fece erigere a Versailles un obelisco in onore del giardiniere che riuscì a coltivarli tutto l’anno.  Si pensi che anche gli imperatori romani ne erano talmente ghiotti, da far costruire apposite navi per andare a raccoglierli nelle diverse colonie dell'impero, tra cui la nostra isola.

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

involtini di carneMa chi ha detto che il carattere dei sardi è riservato, a volte chiuso? Niente di più sbagliato. La Sardegna è sempre stata crocevia di genti e la grande ospitalità dei sardi ne è una conferma. Chi ha paura del prossimo, non invita alla propria tavola un estraneo.
Nell'isola l'ospite inat

...

Manifesti d'Epoca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo