slide9.jpg

Pramma agreste, Buatta

palma nana

La palma nanapalma di San Pietro, (nome scientifico Chamaerops humilis L.è un arbusto cespuglioso della macchia mediterranea, con fusto breve tipico nelle

...

Casalinghe disperate... mai♥

Pizza al taglio

pizza al taglioDa piccola aiutavo mia madre e le mie zie a preparare la pizza. Era sempre un'emozione particolare: il profumo del lievito mescolato alla farina è il mio ricordo più limpido, così come la mia voglia di imparare. Coprire l'impasto con le coperte quasi fosse un bambino; aspettare e controllare il livello di lievitazione; fare attenzione a che non ci fossero correnti d'aria nella stanza, erano tutti momenti che preparavano le papille gustative....
Ma ricordo anche che le donne di casa mia erano molto pratiche e decise, non avevano tempo da perdere con "i capricci di una bambina", così spesso venivo coinvolta solo in modo superficiale. A dir il vero i miei erano compiti degni di un militare di basso rango! Gli ordini erano semplici: "avvicinami il piatto con la farina" oppure "aggiungi un po' di l'acqua tiepida", o ancora "la prossima volta puoi impastare ". Insomma ero un piccolo soldatino indegno anche di toccare l'impasto, che rigorosamente doveva essere gestito da mani esperte. Crescendo, ho capito che non avevano tutti i torti, perché fare la pizza non è poi così semplice, ma ora, ho avuto la mia rivincita e le mani in pasta le metto io.

InsulaGolosaRicette cede il testimone a Sara che ha preparato per noi una particolare pizza un po' lontana dalla tradizione classica ma molto attuale e ricercata.
Scopri qual è

Sara, la nostra Casalinga disperata... mai ♥ ha indossato il grembiule di cuoca di casa e ha preparato la pizza al taglio street fooddall'impasto soffice e leggero, a cui nessuno sa resistere. Buon appetito ♥

 

PIZZA AL TAGLIO 
Street food

 

Ingredienti base
600 g di farina di grano duro sardo
6 g di lievito a birra
380 ml di acqua di fonte
10 g di zucchero
2 cucchiai di olio extravergine di oliva locale
15 g sale fino

Ingredienti farcitura
mozzarella produzione sarda
passata di pomodoro produzione sarda
origano prodotto nell'orto e fatto essiccare 
sale fino sardo 

 

Preparazione
Mescolate il lievito con un po' d'acqua tiepida. In una ciotola versate la farina a fontana, lavoratela con l'acqua, aggiungendo poco alla volta l'olio, il lievito sciolto nell'acqua e lo zucchero. Impastate bene e solo  alla fine aggiungete il sale. Continuate a lavorare l'impasto con le mani e con la forza delle braccia, fino a quando risulterà uniforme.
Ungete la superficie dell'impasto con l'olio. Copritelo con pellicola per alimenti e lasciatelo riposare e lievitare per 3 ore circa.
Dividete l'impasto in due parti. Stendetelo, aiutandovi con i polpastrelli, su due teglie rettangolari unte di olio, e cospargetelo con altro abbondante olio anche sulla superficie. Mettetelo ora in forno a luce accesa e lasciate lievitare fino a che raggiunge il doppio. 
Condite con la passata di pomodoro, origano e sale, aggiungendo infine un filo d'olio. Mettete in forno preriscaldato, a 250° C nella placca inferiore, per circa 15 minuti. Aggiungete la mozzarella tagliata a cubetti e infornate per altri pochi minuti, fino a quando la mozzarella inizia fondersi. Servite ala pizza ancora calda.

Consiglio: Un'ottima birra locale è la bevanda giusta per gustare la pizza al taglio di Sara 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo