slide6.jpg

Minestra alla sarda

minestra verdure

Fino a qualche decennio fa, in Sardegna le verdure e gli ortaggi si producevano in campagna o nell'orto dietro la casa. Era usanza comune scambiare i prodotti coltivati nel proprio orto con quelli del vicinato. Le signore del vicinato, is gommais, oltre a stringere rapporti di amicizia, intessevano anche rapporti economici e di solidarietà, per sopperire a qualche esigenza della dispensa. Il supermercato non esisteva, ma grazie a questo baratto domestico in cucina c'era sempre qualcosa da cucinare. Le minestre, erano il piatto forte, spesso erano anche l'unico piatto che potevano permettersi, ma sempre veri capolavori di gusto e genuinità. 

InsulaGolosaRicette vuole lanciare un dardo in favore delle minestre, ultimamente un po' bistrattate. Cede il passo a Sara, la nostra Casalinga disperata... mai ♥.che ha indossato il grembiule di cuoca di casa e ha preparato per noi ♥ un piatto con prodotti dell'orto, la Minestra alla sarda, aggiungendo però due ingredienti a sorpresa per renderla ancora più gustosa. Scoprite quali!

 

MINESTRA ALLA SARDA
Supa e casu e' fitta

 

avanzi di pasta

Ingredienti 
1 scalogno
3 pomodori rossi
2/3 coste di sedano
1 finocchio 
2/3 carote
2 zucchine
5 patate medie di montagna
1 fetta di pancetta di maiale stagionata
formaggio fresco salato, Casu e fitta
olio extravergine d'oliva
acqua di fonte qb
sale qb

 

Preparazione
Pulite, lavate e tagliate tutte le verdure. In una pentola fate soffriggere lo scalogno con i pomodori per due minuti con un giro d'olio evo, aggiungete poi il finocchio, il sedano e le carote. Ricoprite il tutto con l'acqua di fonte. Lasciate andare per 15/20 minuti. Nel frattempo affettate il formaggio fresco salato, casu 'e fitta, e la fetta di pancetta di maiale stagionata; buttateli dentro la pentola, insieme alle patate e alle zucchine. Fate cuocere la minestra alla sarda per altri 20 minuti, aggiustate di sale se occorre e poi lasciatela riposare per 5 minuti prima di servire. 
Se avanza un po' di minestra, potete conservarla per 2/3 giorni in frigorifero e consumarla così, altrimenti potete aggiungere dell'acqua e farci una minestra con gli avanzi di pasta che in dispensa non mancano mai.

Buon appetito ♥

 

Curiosità: La minestra alla sarda si accompagna bene con un vino rosso come il Monica di Sardegna dal sapore intenso e gradevole.

Chef Quinto Bassu, custode della cucina tradizionale

polpette

Polpette, polpettine, polpettone! Nessuno resiste alle palline dorate che rotolano nel piatto. I bambini ne vanno pazzi e gli adulti pure. A casa mia la domenica non mancano mai, e se qualche volta non vengono preparate, c'è sempre qualcuno che protesta! 
Si preparano al sugo, fritte e arrosto con insalate o s

...

Pecora, centro del mondo rurale

Manifesti d'Epoca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo