slide8.jpg

Pramma agreste, Buatta

palma nana

La palma nanapalma di San Pietro, (nome scientifico Chamaerops humilis L.è un arbusto cespuglioso della macchia mediterranea, con fusto breve tipico nelle

...

Casalinghe disperate... mai♥

Orrubiolusu

antipasto OrrubiolusuInsulaGolosaRicette cede lo spazio a Sara che da "Casalinga disperata... mai ♥", prepara un piatto tipico dell'Ogliastra, o meglio del paese di Arzana e di Villagrande Strisaili. 
L'Ogliastra è un territorio unico, incastonato tra le montagne del Massiccio del Gennargentu e il mare. E' il rifugio delle aquile reali e dei mufloni. E' qui che si possono ancora  incontrare i pastori, in abito tradizionale di velluto nero a coste, che portano le greggi per i sentieri scoscesi, incuranti della fatica e del freddo. 
Un paesaggio così, non poteva
 che regalarci un piatto a base di formaggio, arricchito con un'altra eccellenza, s'abba ardente, l'acquavite sarda, tanto amata dagli uomini del posto.
Ecco la ricetta di Sara che ha indossato il grembiule di cuoca di casa
e ha preparato per noi  gli Orrubiolusu.


ORRUBIOLUSU

 

 Ingredienti
600 gr di patate
200 gr di pecorino fresco e casitzolu (pere)
100 gr di farina
2 cucchiai di acquavite
olio per friggere
sale qb

 

Preparazione
Mettete a bollire le patate. Una volta raffreddate, passatele nello schiacciapatate. Stesso passaggio per il pecorino e su casizolu (formaggio a pera). Mescolate il tutto insieme alla farina e all'acquavite.

orrubiolusu

 

Formate un panetto di pasta, dividetelo in piccole parti e create dei serpentelli di pasta. Prendendo un estremo formate una goccia come nell'immagine e tagliate il primo orrubiolus... e continuate così.
Adagiateli uno ad uno su una pallinedda (cesto di asfodelo) ricoperta con un panno. Intanto mettete l'olio in un tegame capiente e una volta raggiunta le temperatura di cottura, immergeteci dentro gli orrubiolusu, girateli e fateli sgocciolare su carta assorbente. Salate a piacere. Buon appetito ♥ 

 

Curiosità: Gli orrubiolusu possono essere serviti come antipasto e come contorno,  ma anche come piatto unico in occasioni informali. Fate attenzione però a non confonderlo con gli Arrubiolus, i piccoli dolci di carnevale 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo