slide9.jpg

Olostru, agrivoddu

Agrifoglio

L'agrifoglio, simbolo dell'inverno e del Natale, è stata considerata una pianta portafortuna ancor prima del Cristianesimo. Si credeva proteggesse

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Carciofi e bottarga

cavaliere d'italiaInsulaGolosaRicette riscopre un altro un piatto tipico della tradizione culinaria sarda l'antipasto di carciofi e bottarga. Chi non conosce il carciofo spinoso sardo e la bottarga? Il sapore amarognolo del carciofo e il piccante della bottarga si mescolano per dar vita a un piatto che potrebbe essere di terra ma anche di ...mare.
Ma cosa è la bottarga? Comunemente i sardi la chiamano il caviale sardo ed è un dono dalla cultura araba; Sa butàriga, in sardo, dall'arabo batārikh (بطارخ) che significa "uova di pesce conservate sotto sale". La bottarga viene, infatti, ricavata dalle uova di tonno rosso o di muggine; costituiva il pasto ideale dei pescatori che trascorrevano la giornata di duro lavoro in mare, perché sostanziosa e ricca di proteine e grassi. Nelle isole di Sant'Antioco e Carloforte la bottarga di tonno è la più conosciuta grazie alla pesca del tonno; a Cabras e in tutto il golfo di Oristano fino ad Alghero vantano invece la migliore qualità di bottarga di muggine, grazie alla fiorente presenza di questo pesce.
Nella foto un "Cavaliere d'Italia", un uccello acquatico tipico delle zone in cui si pescano i prelibati muggini.


 ANTIPASTO DE CANCIOFA E BUTÀRIGA
Antipasto di carciofi e bottarga

carciofi_bottarga

 Ingredienti
4/5 carciofi sardi spinosi
50 gr di bottarga di muggine
gr 80 olio extravergine d'oliva
1 limone
sale
pepe
 

Preparazione
Affettate la bottarga di muggine molto sottilmente, poi pulite con cura i carciofi eliminando le spine, le foglie dure esterne, il fieno interno e pelando il gambo. Tagliare i carciofi a metà e affettarli sottilmente. Durante le fasi di pulizia riponeteli in acqua fredda con succo di limone in modo che non si anneriscano. Una volta affettati mescolate con il succo di mezzo limone, il sale e pepe, e l'olio.
Adagiate su un piatto da portata i carciofi affettati con le lamelle di bottarga, irrorare ancora con poco olio.
Servire immediatamente.

 

Curiosità: Un tempo, sa butàriga de lissa, la bottarga di muggine, la si mangiava a morsi, "mussius", perché così voleva l'uso tra i pescatori...

lumache sarde

Nelle giornate di pioggia, come oggi, penso spesso che non sono mai andata in campagna a raccogliere le lumache e mi riprometto che appena esce il sole, prendo gli stivali e vado alla ricerca degli invertebrati più lenti del pianeta. Ma, caso vuole, qualcosa di più importante sopraggiunge e dico a

...

Pecora sarda, centro del mondo rurale

Manifesti d'Epoca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo