slide6.jpg

Arròsa de monti

peonia

Ad aprile e maggio tra le rocce dei freschi altopiani del Gennargentu e del Monte Linas fino ad

...

Carnevale, ogni dolce vale

Casalinghe disperate... mai♥

Sbriciolata di ciliegie

torta ciliegie villacidro

Gli antichi dicevano che le ciliegie appartengono agli uccelli.
Noi, poveri umani, dobbiamo semplicemente accontentarci di quelle che loro ci lasciano... 
Ricordate quante volte da piccoli ci siamo arrampicati sugli alberi per gustare le ciliegie?
Mio nonno, in campagna, aveva tantissimi ciliegi e ogni primavera era una festa. Con le mie sorelline intrecciavo collane e orecchini da esibire con puerile vanità e qualche volta ci veniva pure il mal di pancia per tutte quelle ciliegie che avevamo ingurgitato. Che tempi! 
Così quando Anna Pittau, la  dolce jana di Villacidro, mi ha raccontato di un dolce con le ciliegie, ho rivissuto quei giorni di bambina.
E subito dopo, mi sono rivista, adulta, a passeggiare sù per i monti di Villacidro, fino alla Valle di Villascema dove la gente del posto coltiva i ciliegi dai frutti colore arancio perlato e un po' amarognoli, ma molto gradevoli. Appartengono alla specie del "prunus cerasus" o ciliegio acido, una specie selvatica molto presente in Sardegna da cui discendono le varietà da frutto conosciute come amarene, maraschevisciole.
All'ombra dei ciliegi di Villascema si trova anche la chiesetta campestre di San Giuseppe; fu costruita nel 1744 per volere del signorotto spagnolo, Lucifero Piras. Passò, poi, in eredità agli eredi con il vincolo che venisse aperta in occasione della festa del Santo. Ancora oggi ogni anno, nel mese di giugno, la chiesetta viene aperta ai fedeli, e nella piazzetta si offrono le gustose ciliegie.
InsulaGolosaRicette ringrazia Anna Pittau per la sua ricetta: la Sbriciolata di ciliegie di Villacidro.

 

Sbriciolata di Ciliegie di Villacidro
Cerexia de Biddexidru
 

 

Ingredienti per il ripieno
500 gr ciliegie di Villacidro
un cucchiaio di zucchero di canna oppure semolato
1 pizzico di cannella
1 limone non trattato
1 bicchierino di liquore a piacere (limoncello o Villacidro Murgia)

Ingredienti per la pasta frolla
400 gr di farina
170 gr di zucchero semolato
170 gr di strutto
1 uovo intero
mezza bustina di lievito per dolci

 

Preparazione
Lavate accurata mente le ciliegie e snocciolatele. Mettetele in un un tegame capiente, aggiungete un cucchiaio di zucchero, preferibilmente di canna, ma si può usare anche lo zucchero semolato, un pizzico di cannella, il succo di un limone, un bicchierino di liquore fatto in casa. Avviate a fuoco moderato per un massimo di 10 minuti per non alterare il sapore delle ciliegie. Spegnete e lasciate sfreddare completamente.
Il ripieno deve essere preparato alcune ore prima di allestire la torta, se non addirittura il giorno prima, perché il composto è lava ardente e se non è freddo c'è il rischio di liquefare la pasta frolla.

 pavoncella

In una ciotola mescolate, assolutamente a mano e con delicatezza, tutti gli ingredienti, fino ad ottenere una pasta non omogenea e porosa.
In una teglia, foderata con carta forno, adagiate metà della pasta "sbriciolandola" con le mani; la superficie della teglia deve essere coperta in modo uniforme. Premete delicatamente con le mani la pasta sbriciolata, per appiattirla un po' in modo, e adagiatevi sopra il ripieno di frutta precedentemente preparato, cospargendolo uniformemente. Ricoprite con il resto della pasta frolla, "sbriciolandola" ancora una volta. In questo passaggio però non fate nessun tipo di pressione.
Mettete ora in forno caldo a 180° per 40 minuti se volete il dolce morbido, altrimenti lasciate in forno per altri 10 minuti (totale 50 minuti) se desiderate il dolce più croccante.
Lasciate raffreddare e cospargete la sbriciolata di ciliegie con abbondante zucchero a velo. Potete servirla in tavola a fette o direttamente nei pirottini colorati monoporzione.

 

Curiosità: Le ciliegie possono essere sostituite dalla frutta di stagione che preferite. Susine, mele, albicocche e in autunno con i cachi, vedrete una vera delizia...  

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo